Sapore di passato: Ville Savoye e la casa come macchina da abitare

Una delle dimore più importanti dell'architettura moderna del XX secolo è situata a Possy, fuori dalle mura parigine. Si tratta di Ville Savoye, una struttura  del 1929 ad opera del famoso architetto Le Corbusier.

Secondo la filosofia dell'architetto: "la casa è una macchina da abitare", dovuto alle qualità innovatrici ed industriali che entrano a far parte della vita quotidiana  e possono essere applicate all'efficienza della casa. 

A partire da questa idea, Le Corbusier stabilì cinque punti fondamentali che, a suo avviso, dovrebbero essere alla base dell'architettura e sulle quali pose le fondamenta per la costruzione di Ville Savoye.

1) I pilastri per far fluire i movimenti

Il primo precetto base nella filosofia architettonica di Le Corbusier riguarda i pilastri e l'idea di elevare l'edificio per mezzo di colonne che lo separano dalla natura e, di conseguenza, dal terreno. Questo metodo, oltre ad evitare che si formi umidità, dona leggerezza alla struttura e la possibilità di sfruttare lo spazio sottostante come garage.

Risultati immagini per ville savoye

Risultati immagini per ville savoye

 

2) Il tetto in terrazza per il contatto con la natura

Come vedremo anche in seguito, la natura è un elemento fondamentale per l'architetto. Per questo motivo, l'introduzione del tetto-terrazza è un elemento molto importante. La mancanza del contatto con la natura provoca alienazione e la costruzione di un tetto-terrazza aiuta a ristabilirla.

Risultati immagini per ville savoye

3) Pianta e facciata libere

Per quanto riguarda lo spazio interno ed esterno, secondo l'architetto è necessario mantenere libere da ogni ingombro superfluo.  Questo permetterà di avere flessibilità nel momento di applicare cambi o modifiche all'interno dell'abitazione stessa. Ridurre gli interni all'essenziale, con la presenza di arredi fissi e soluzioni per permettere di usufruire di tutti i comfort, è quasi come se diventasse una missione fondamentale. La facciata deve essere priva di elementi strutturali, in modo che sia possibile progettarla senza condizionamenti di alcun genere.

Risultati immagini per ville savoye

4) La finestra a nastro per la luce naturale

La luce è un elemento fondamentale per Le Corbusier. Per questo motivo studia un metodo per far entrare direttamente la luce naturale in casa. Applicando le finestre a nastro, vi è la possibilità di uniformare gli interni ed esterni, non solo attraverso la luce, ma anche con un contatto diretto con la natura.

Immagine correlata

5) Logica modulare

L'introduzione di una logica modulare, concetto alla base di tutta l'architettura di Le Corbusier e che ritroviamo anche applicata alla casa analizzata. Si tratta di un modo per occupare il minor spazio possibile e standardizzare l'arredamento. Come abbiamo precedentemente visto, gli spazi sono fondamentali per rendere la casa abitabile. Ed è proprio per questo motivo che studia la logica modulare, applicando alla base di essa le misure umane.

Risultati immagini per ville savoye

TESTO: Denise Carulli | Habitissimo