Jellyfish House

SITUATA A MARBELLA, SPAGNA, AL DI SOPRA DI UNA COLLINA CHE AFFACCIA SUL MAR MEDITERRANEO, LA MAGNIFICA JELLYFISH HOUSE, UNA VILLA DI CIRCA 650 MQ PROGETTATA DA WIEL ARETS È OGGI CONSIDERATA UNA VERA E PROPRIA OPERA D’ARTE MODERNA.

ARETS È UN ARCHITETTO DI FAMA INTERNAZIONALE CHE, DOPO UNA LAUREA ED UN MASTER IN ARCHITETTURA, HA APERTO UNO STUDIO PRIVATO, IL “WIEL ARETS ARCHITECTS”. OGGI, GRAZIE ANCHE ALL’AIUTO DEI SUOI COLLABORATORI, REALIZZA PROGETTI IN TUTTA EUROPA.

Tra le sue realizzazioni più importanti ci sono la Biblioteca dell’università di Utrecht, gli Allianz Headquarters a Zurigo ed anche la Torre di Anversa, un progetto ancora da completare.

Durante la realizzazione, il progettista si rese conto che dal pian terreno della villa, nonostante questa fosse vicino alla spiaggia e in un’ottima posizione panoramica, non si riusciva a vedere il mare; pertanto, decise di realizzare una piscina a sfioro di 9 metri sul tetto della casa.

Risultati immagini per jellyfish house

 

Infatti, la vera protagonista di questo progetto è l’acqua. Dalla piscina è possibile vedere il mare, che quasi si fonde con lo specchio d’acqua artificiale. La piscina, dotata di un pavimento in vetro (che non è altro che il tetto della casa) e di una finestra panoramica dallo spessore di 6 cm, può essere osservata da qualsiasi zona della casa ed i riflessi della luce del sole che penetrano nell’acqua creano luci e ombre che si riflettono sui muri bianchi, rendendo l’atmosfera rilassata e positiva. Sotto la piscina a sfioro è presente un bellissimo patio.

Risultati immagini per jellyfish house

La struttura, su più livelli e sostenuta da colonne di varie dimensioni, è realizzata in calcestruzzo bianco. Per le pareti interne e per la copertura è stato, invece, utilizzato il vetro, che, in netto contrasto con la matericità della muratura, crea nell’ambiente una piacevole leggerezza. Ed è proprio grazie a questo geniale gioco di contrasti, dato soprattutto dall’accostamento di materiali molto diversi tra loro, che la villa risulta così contemporanea.

All’interno della Jellyfish House possiamo trovare cinque camere da letto (di cui due riservate agli ospiti, che hanno a disposizione anche una grande terrazza privata), una grande sauna ed un bagno turco. Per spostarsi agevolmente da un piano all’altro ed arrivare alla bellissima terrazza sul tetto è possibile utilizzare un piccolo ascensore. I corridoi e le aree living sono equipaggiate con impianti audio di ultima generazione.

Immagine correlata

Una delle tante particolarità della Jellyfish House sono le pareti perimetrali: si tratta, infatti, di pannelli pieghevoli realizzati in vetro traslucido, i quali, una volta aperti, fungono da piattaforme, costituendo degli spazi utilizzabili e, che quindi, aumentano realmente le dimensioni della superficie complessiva.

Sul tetto, oltre alla bellissima piscina a sfioro, c’è anche una grande terrazza, arricchita da opere di design ad essa integrate: si tratta di un tavolo, di una sedia e di una panca in calcestruzzo. Anche l’arredamento interno è personalizzato e richiama lo stile della struttura stessa, come ad esempio i numerosi guardaroba con ante in vetro. 

TESTO: Denise Carulli | Habitissimo